[TRUCCHI PER STUDIARE] Ti svelo come sono riuscito a trasformare la mia prima BOCCIATURA in un MERAVIGLIOSO 30 SENZA studiare di più o meglio rispetto a prima!

Ti piacerebbe venire a conoscenza di uno dei trucchi per studiare più semplici ed efficaci in assoluto, che mi ha permesso da studente lavoratore di trasformare la mia prima bocciatura all’Università in un 30 fiammante, senza studiare una sola ora in più del mio tempo o meglio di prima, facendomi tornare a casa quel giorno col petto gonfio di orgoglio e col sorrisino sotto al naso?

Se hai superato queste prime righe, scommetto di sì.

E che ti ho messo un pò di “acquolina in bocca” per la curiosità!

E allora, tutto ciò che devi fare è prenderti 4 minuti esatti del tuo tempo per leggere ciò che sto per dirti: ti racconterò ESATTAMENTE cos’è successo e cosa sono stato costretto a subire sulla mia pelle prima di scoprire il semplice ma geniale trucchetto che mi ha permesso di rivoltare come una frittata in una padella le sorti di uno dei più difficili esami di Giurisprudenza a cui, ti ricordo, ero stato rimandato!

Non ti rimane che seguire per filo e per segno la mia storia che, come succede in ogni racconto intrigante e coinvolgente, parte dalla fine per arrivare all’inizio…

conciliare studio lavoro vita privata

[TRUCCHI PER STUDIARE] Ecco la storia della mia prima bocciatura (e di come l’ho trasformata in un fantastico 30 SENZA studiare di più o meglio rispetto a prima!)

“Te l’ho messa dentro questa volta, CAZZO!!”

Questo è ESATTAMENTE il perverso pensiero sessuale che mi venne in mente mentre l’assistente di DIRITTO ROMANO appuntava su un fogliettino di carta volatile il voto che il professore mi avrebbe verbalizzato da lì ad un secondo.

Una meraviglia di 30!

Quella stessa assistente che 2 mesi prima mi aveva rimandato allo stesso esame, dicendomi:

“Mi dispiace: lei ha delle informazioni sulla materia, si capisce che ha studiato ma non ha una preparazione adeguata per l’esame.

Purtroppo, la devo rimandare!”

Starai pensando:

“Vabbè Attilio, magari la volta dopo ti sei preparato con maggiore impegno di prima…”

No, ti sbagli.

Avevo studiato la stessa quantità di ore, se non addirittura meno.

“Ok, e allora magari eri riuscito a ripassare meglio, ti sei riposato di più e non eri stressato al lavoro quanto la volta prima”

Eh no, anche qui ti sbagli.

Ero stressato il triplo, frustrato perché la volta prima ero stato rimandato e avevo l’ansia a mille perché temevo che mi rimandasse… di nuovo!

“Ma allora cos’è successo la volta dopo che non era successo prima??”

Tieniti forte.

Perché sto per rivelarti il trucco che ti avevo promesso all’inizio…

La differenza stava nel MATERIALE da cui avevo studiato

differenza materiale da cui avevo studiato

Mentre la prima volta che mi ero seduto davanti la commissione mi ero preparato concentrandomi sul libro, presumendo che quello fosse il materiale su cui il professore si basava all’esame, la seconda mi ero concentrato sugli appunti, attingendo alle preziose informazioni che il professore dava a lezione e aumentando, di conseguenza, la qualità della mia preparazione.

Non avevo fatto altro che capire cosa il professore pretendeva dagli studenti agli esami universitari, e avevo capito che il libro era qualcosa che non chiedeva affatto!

Quindi, anziché studiare 500 pagine di libro, ero passato a studiare gli appunti che non solo contenevano le preziose informazioni che lui voleva sapere, ma erano anche la metà – 250 pagine soltanto!

Grazie a questo semplice trucco che avevo scoperto, ero riuscito a prepararmi al meglio.

La cosa che non dimenticherò mai di quella volta fu poi la faccia compiaciuta di quella maledetta assistente che annuiva ad ogni mia risposta, tradendo una soddisfazione e un compiacimento della serie “l’ho rimandato, ma poi si è messo a studiare di più – e si vede!”

Ahahahahahha ancora rido!

conciliare studio lavoro vita privata

Ecco la verità che i Fuffa Guru dello studio universitario vogliono tenerti nascosta!

Anche se gli pseudo-fuffa-coach dello studio universitario che trovi in giro per il web NON te lo spiegano – sì, esattamente quelli che parlano di metodi di studio universitario, tecniche di memoria e lettura veloce – la verità è questa qui:

Tu puoi anche memorizzare 3.400 parole in 3 minuti.

Puoi conoscere da cima a fondo il libro, le note, e pure l’introduzione dell’autore!

Ma se poi il libro NON ti viene chiesto all’esame perché il professore si concentra SOLO sulle informazioni che lui dà a lezione e che ritiene davvero importanti, sai dove te la ficchi tutta quella “Memoria Prodigiosa”?

Ce semo capiti…

Ora, sinceramente:

Tu da studente lavoratore, credi di poterti permettere di foldare un esame perché hai sbagliato il materiale da cui studiare?

Pensi di poterti permettere di dare 1 materia soltanto a sessione, magari pure con un voto che non rispecchia per niente la tua preparazione, e andare avanti così per molto tempo senza andare fuori corso nel giro di qualche mese?

Pensi che sia giusto dopo che ti fai un culo a capanna, che un’assistente inviperita possa bloccare la tua carriera universitaria e farti sentire una merda, anche se tu ti impegni da morire e sputi sangue per cercare di andare veloce all’Università, senza riuscirci?

So che la tua risposta a queste tre domande è un “NO!” secco.

E allora, ascolta per un attimo quello che ho da dirti…

Devi riuscire ad evitarti sbagli di questo tipo sul materiale da cui studiare, come tanti altri ERRORI MADORNALI che adesso fai e che non ti permettono di concludere il tuo percorso universitario il prima possibile e con il voto più alto possibile.

Per farlo, però, hai bisogno di:

  • capire come preparare due o più esami universitari insieme e superarle con il voto più alto possibile;
  • imparare e gestire il tempo ed evitare di ritrovarti a fare le notti per studiare;
  • imparare a prevedere gli imprevisti che ti capitano durante la tua preparazione senza essere costretto a rinunciare a 2 settimane prima dell’esame a dare le materie – come magari ti capita oggi;
  • capire come riuscire a preparare tanti esami evitando di chiuderti in casa come una monaca di clausura e riprendere in mano un minimo di vita sociale degna di questo nome – e che ti meriti per i sacrifici che fai;

Per fare ciò, io e Nicola abbiamo creato Laurearsi Lavorando – il primo Video Corso in Italia che ti spiega come dare più esami con voti alti se studi e lavori.

(Oltre al nostro libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” che sicuramente ti aiuta e ti da una visione ampia su come funzionano gli esami e il sistema universitario in generale e su come gestire il tuo tempo. Puoi prendere la tua copia cliccando qui)

In pratica, si tratta di un percorso in 96 video lezioni in cui ti trasferiamo tutto ciò che ci ha permesso di velocizzare il tuo percorso universitario conciliando studio, lavoro e vita privata, e fare il botto ad ogni sessione d’esami che affrontavamo.

==> Puoi trovare tutte le informazioni su Laurearsi Lavorando a questo link!

In questo modo, puoi evitarti situazioni sgradevoli – come quella che io invece ho dovuto subire e che ti ho raccontato oggi – e invece concentrarti a riempire il tuo piano di studio di 28, 30, 30 e lode con una velocità che non pensavi fosse possibile!

conciliare studio lavoro vita privata

Conclusione

In questo articolo ti ho promesso uno dei trucchi per studiare che più ha inciso sui miei risultati all’Università.

Ma se vuoi DAVVERO iniziare a scrivere un nuovo capitolo della tua vita da studente universitario lavoratore in cui tu prendi sempre voti alti tanto da suscitare stupore e invidia da parte dei tuoi colleghi di corso – che si chiederanno di che caspita ti sei pippato che riesci a superare il doppio delle materie nella metà del tempo di prima! – le strade che devi seguire sono queste qui:

⇒ Il Video Corso Laurearsi Lavorando – il primo video corso in Italia che ti insegna come dare più esami con voti alti se studi e lavori;

⇒ Il libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti”

(ATTENZIONE: non si tratta di strade alternative, cioè o segui l’una o l’altra. Le informazioni che diamo nel libro e in Laurearsi Lavorando sono completamente diverse tra di loro.)

Oh, poi puoi anche ignorare la storia della mia bocciatura e fare finta che non ti succederà mai niente di simile.

E anche credere che l’Università ti tratta bene, che i professori amano gli studenti lavoratori, che fanno di tutto per agevolarti, e anche che gli asini volano in alto nel cielo…

La vita è tua, la carriera anche.

Quindi:

>> Diventi un Super Studente Lavoratore?

OPPURE

>> Rimani quello che dà un esame ogni tanto, che ha preso sottogamba l’Università e forse si laureerà nel DUEMILACREDICI?

A te la scelta, io ti ho avvisato.

acquistare corso laurearsi lavorando

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo!

Attilio Cordaro

Leave a Reply

prova-corso

Vuoi scoprire i 3 Segreti per LAUREARTI VELOCEMENTE e con VOTI ALTI anche se Studi e Lavori?

INSERISCI IL TUO NOME E LA TUA MIGLIORE EMAIL

E ACCEDI SUBITO AI 3 VIDEO GRATIS!

Complimenti! Ti abbiamo inviato una email con il link al Video n.1 (controlla in SPAM)