Ti rivelo GRATIS come non farsi condizionare negativamente dagli altri quando si studia e lavora contemporanemente ed evitare di sentirsi soli, feriti nell’animo e non capiti da nessuno [ATTENZIONE: informazioni avanzate e riservate, tratte da una costosa consulenza privata]


Ciao,

in questo articolo voglio parlarti di una cosa che mi è successa proprio ieri mentre facevo consulenza ad una nostra studentessa avanzata che studia e lavora (di cui non faccio il nome perché non le ho chiesto il consenso per poterlo fare – anche perché se si chiama Consuelo o Giuseppina non è rilevante).

(apro parentesi per chi magari si incursiosisce e mi scrive chiedendomi come fare per essere seguiti personalmente da me e Attilio: la nostra consulenza strategica ha un prezzo inaccessibile per molti (non facciamo questo per vivere e meno ne facciamo e meglio è) ed è frutto di un accurato processo di selezione, perché vogliamo ritrovarci a parlare SOLO con gente esattamente in linea con noi, cioè altamente ambiziosa, cazzuta e gamba. Altrimenti sarebbe una perdita di tempo per tutti. E ad ogni modo bisogna prima acquistare il Sistema Laurearsi Lavorando altrimenti parliamo del nulla)

Chiusa parentesi, ieri sono rimasto veramente sorpreso.

Perché?

Te lo spiego subito…

La richiesta assurda della nostra studentessa avanzata che studia e lavora che mi lasciò a bocca aperta

Il motivo per il quale rimasi a bocca aperta, è che a differenza di molte altre volte, non c’era nessun vero problema nel conciliare studio, lavoro e vita privata.

La nostra studentessa, aveva applicato alla perfezione il Sistema Laurearsi Lavorando e i risultati che stava ottenendo erano evidenti.

conciliare studio lavoro vita privata

Il punto però è che mi ha detto quello che stai per leggere:

STUDENTESSA AVANZATA: “Nicola, senti…il mio problema non è più ormai conciliare le tre cose. Grazie a voi ci sono riuscita alla perfezione e ho anche aumentato il numero di esami per sessione, aumentando perfino la mia media. Il problema è che mi sento un po’ in difetto con gli altri a pianificare sempre tutto, come spiegate voi”.

IO: “COOOOME?????”, rispondo io.

“E in difetto per cosa?”

STUDENTESSA AVANZATA:

“Perché nessuno attorno a loro lo fa.

Solo l’unica.

I miei colleghi di lavoro e università non sanno neanche cosa è un Planning e com’è fatto e quando gliene parlo, mi guardano con gli occhi spalancati, poi banalizzano tutto dicendo “ahh vabbè…io pure ho l’agenda”.

Per non parlare dei miei amici.

Tutti mi dicono “ehh però non puoi vivere così, sei troppo schematica, troppo precisa…mischino il tuo ragazzo, sarai una rompicoglioni…

e anche se so che non è così, non ti nego che inizio a pensarlo, forse inconsciamente.

Sai cos’è?

Per loro io non vivo la mia vita a pieno e ho paura che abbiano ragione loro.

I miei genitori non capiscono l’importanza che il tempo ha per me e lo banalizzano, quasi prendendosi gioco del mio tempo.

Mi sento sola e non capita da nessuno.

Io provo a spiegargli l’importanza del tempo, l’importanza della pianificazione, l’importanza di avere degli obiettivi…ma scoppiano tutti a ridere ogni volta e mi sento scema!

Cioè, è normale?”

Bene, questo è più o meno quello che mi ha chiesto.

Trovo tutto ciò assurdo, ma sono sicuro che non è la sola studentessa che studia e lavora ad essersi scontrata con un problema simile.

Per questo motivo ho deciso di scriverci un articolo sopra e rendere pubblica la mia risposta (gratuitamente), anche se una consulenza con me è molto costosa.

conciliare studio lavoro vita privata

Perché vivi una situazione simile da studente lavoratore?

Come spieghiamo abbondantemente all’interno del video-corso Laurearsi Lavorando, la tua situazione da studente lavoratore è nettamente diversa da quella degli altri.

(in questo articolo tra l’altro spiego la differenza tra uno studente lavoratore e uno normale)

Così come un atleta olimpionico vive una vita completamente differente rispetto agli amici con il quale si divertiva giocando in strada da piccolo, tu vivi una vita che non è neanche minimanete paragonabile agli altri.

L’atleta olimpionico ha una alimentazione definita, ha uno stile di vita sano e salutare, ha delle routine ben definite, ha delle abitudini di successo, ha una mentalità da fare invidia ai più (pensa solo che si prepara un anno per una gara, senza sapere come andrà), si allena continuamente e costantemente e sopratutto: ha un valore del tempo completamente differente dagli altri.

E così anche uno studente lavoratore, specie dopo aver messo le mani sul Sistema Laurearsi Lavorando.

L’unica differenza tra un’atleta olimpionico e chi studia e lavora

È che lui è figo e stimato da tutti, tu sei un povero sfigatello che non solo ha preso sottogamba l’Università e il valore della laurea, ma è così poco ambizioso da mettere a repentaglio tutto per quattro spiccioli spesso guadagnati facendo lavori umili, sottopagati e completamente slegati dall’ambito dei propri studi.

Lo so che non è così.

Ma purtroppo questa è la realtà e questo è come viene visto uno studente lavoratore da chiunque altro.

(per questo la nostra missione con Laurearsi Lavorando è restituire la dignità e il rispetto che meritano agli studenti lavoratori italiani)

Quindi, chiarito perché la tua situazione è compeltamente diversa da chiunque altro, adesso è importante chiarire perché, nonostante tu ne sia consapevole, ti senti così…

Perché se fai università e lavoro contemporaneamente ti senti ferito da quello che ti dicono genitori, amici, parenti, conoscenti, colleghi e professori universitari?

Perché ti paragoni.

Sei così umile che ti metti al loro stesso livello, pur facendo una vita completamente diversa che – di fatto – ti mette ad un livello superiore.

Lo so che ora starai pensando che sono io ad essere un megalomane presuntuoso e arrogante, ma fidati di me perché sono certo di quello che dico e se lo scrivo, lo faccio solo per il tuo bene.

Così come io, per quanto bravo possa essere a giocare a calcio (non lo sono), non posso paragonarmi a Cristiano Ronaldo (e neanche al più scarso calciatore di serie D), tu non puoi paragonarti con chi ti circonda.

Devi smetterla ora e subito.

Perché fino a quando continuerai a paragonarti, avrai una visione distorta della realtà.

Una visione errata che non ti porterà lontano.

Anzi, ti costringerà a vivere male e non ti permetterà di correre veloce nella realizzazione dei risutlati che desideri.

Inoltre, ti farà compiere inconsciamente questi 3 errori micidiali…

conciliare studio lavoro vita privata

I 3 micidiali errori che commetti (inconsciamente e inconsapevolmente) ogni volta che da studente lavoratore ti paragoni a tutti gli altri

Scusami se sarò duro ma è giusto che, in qualità di tuo insegnante e di “guida” verso i risultati che desideri, io debba essere completamente sincero con te e “sbatterti” in faccia la verità.

Errore n.1 – Parlare con loro della tua condizione da studente lavoratore

Lo so che amici, partner e famiglia sono le persone che più ti stanno vicine.

Lo so che ti fanno domande a volte perché sono delle brave persone e si preoccupano di te.

Ma dal momento in cui sai che la tua vita è completamente diversa dalla loro, mi spieghi perché gliene parli entrando nei dettagli?

Mi spieghi perché provi a vuotare il sacco rivelare loro tutte le tue difficoltà cercando e sperando di essere capito e compreso?

Lo so che lo fai inconsciamente, ma devi smetterla ora e subito.

Se ti fanno delle domande tu rimani sul vago e non rispondere.

Non entrare nel dettaglio e digli sempre che tutto va alla grande.

“Ma come Nicola, dovrei mentire?”

Si, tanto non ti capiscono e se ti chiedono è solo perché vogliono il tuo bene.

Non sono le persone giuste con le quali parlare delle tue difficoltà da studente lavoratore.

“E chi sono le persone giuste?”

Gli altri studenti lavoratori e ancora meglio noi.

I tuoi mentori.

Le persone che ci sono già passate, hanno attraversato e scalato la montagna ed essendo staccati emotivamente dalle tue attività (e avendo competenze specifiche in più rispetto a te su discipline quali il time management, controllo delle emozioni, etc.) possono guidarti correggendo i tuoi errori e mostrandoti vie più efficienti ed efficaci.

Queste sono le uniche persone con le quali devi vuotare il sacco.

Per tutti gli altri tu devi stare benissimo.

In questo modo saranno tranquilli e non ti romperanno.

Ma non è finita qui.

Errore n.2 – Accettare i loro pareri come utili per migliorare la tua vita da studente lavoratore

L’altro errore che commetti, consapevolmente o inconsapevolmente, è accettare i loro pareri e considerarli utili e indispensabili per migliorare la tua vita da studente lavoratore.

Questo significa che ti fai condizionare da loro.

Perché non sono gliene parli, ma pensi che le loro opinioni (si, sono opinioni, tra l’altro fondanti sull’immaginazione e non su dati reali e concreti, dato che non hanno MAI vissuto la tua vita), sia essenziali e corrette per migliorare la tua vita da studente lavoratore.

E qui entra in gioco l’errore n.3

Errore n.3 – NON distinguere il messaggio dal messaggero

Uno degli elementi fondamentali per gesitre le relazioni al meglio (e gestire te stesso), che spieghiamo all’interno del Sistema Laurearsi Lavorando (precisamente nel blocco dedicato alla costruzione della Mentalità Vincente), è proprio la chiara e netta distinzione tra messaggio e messaggero.

Si, perché tu pensi che siccome certi messaggi provengono da persone importanti per te (es. i tuoi genitori, il tuo partner o i tuoi amici), allora sono corretti.

E questo perché:

  1. pensi che nessuno di loro può darti consigli che vanno contro i tuoi interessi (vero, in generale);
  2. siccome ti hanno dato consigli giusti in altri ambiti, allora bisogna ascoltarli sempre

Il problema però è confondere il messaggio dal messaggero e considerare corrette quelle opinioni anche se fondate sull’immaginazione.

Cosa ne sa tua mamma sul fare lavoro e università insieme?

Cosa ne sa tuo papà?

Cosa ne sanno i tuoi amici delle difficoltà di uno studente lavoratore?

Cosa ne sa il tuo partner?

Nulla.

Immagina e trae conclusioni.

E questo sia in positivo, cioè tutte le volte che provano (con tutta la buona fede del mondo) a darti consigli, sia in negativo, ogni volta che criticano le tue coraggiose scelte e provano a smontare tutto ciò che stai facendo, per riportarti alla “normalità” e farti vivere la vita che vogliono loro.

conciliare studio lavoro vita privata

Questo, tra l’altro, non solo ti farà fare azioni sbagliate, ma ti farà soffrire, perché penserai:

“Perché mio padre mi va contro? Perché mia mamma? Perché i miei amici?”

Loro sono le persone che più di tutti dovrebbero capirmi.

Ma è normale che sia così.

E prima eviti di confondere il messaggio dal messaggero, prima riuscirai a venirne fuori.

Visto quello che NON devi assolutamente fare, vediamo ora quello devi fare per vivere bene la tua vita da studente lavoratore e ottenere i risutlati che meriti.

conciliare studio lavoro vita privata

Le basi della mentalità vincente: 5 semplici azioni da fare subito per vivere al meglio la tua vita da studente lavoratore e ottenere i risutlati che meriti

A questo punto, chiarito il problema e quello che NON va fatto, passiamo all’azione.

Sto per mostrarti 5 semplici azioni che puoi fare già oggi stesso per cambiare in meglio la tua vita da studente lavoratore.

Are you ready?

Let’s go!

1) Accettare la tua diversità da studente lavoratore

Proprio come spieghiamo all’interno del Sistema Laurearsi Lavorando, precisamente all’interno del blocco della Mentalità Vincente, il tuo compito da studente lavoratore è accettare la tua diversità e viverla come ciò che realmente è: un vanto assoluto.

Si, esattamente.

Tu sei diverso da tutti e questo è proprio l’elemento chiave che ti condurrà al successo.

Perché?

Perché la maggior parte delle persone sbaglia.

La maggior parte delle persone è povera.

La maggior parte delle persone vive nella mediocrità e ottiene risultati nulli o mediocri.

Ma tu sei diverso, fai scelte diverse, ti formi in modo contro-intuitivo e non convenzionali (perché leggi, studi e fai corsi di formazione che gli altri non fanno – almeno spero) mentre gli altri stanno sul davanzale della finestra aspettando che la vita passi e faccia il suo.

Tu sei diverso e prendi il mano il destino della tua vita e lo trasformi in quello che desideri.

Questo è il tuo super-potere da studente lavoratore e devi esserne fiero.

(nel video qui sotto Attilio ti spiega le 4 differenze fondamentali tra te e tutti gli altri)

2) Accetta di non essere capito e distinguere il messaggio dal messaggero

Fino a quando penserai che qualcosa detta da tuo padre o tua madre è la sacrosanta verità siamo fuori strada.

La tua famiglia, il tuo partner, il tuo datore di lavoro, i tuoi professori, saranno anche tutte persone splendide e deliziose, ma se non hanno attraversato la tortuosa strada che tu stai percorrendo e non hanno scalato prima di te la stessa identica montagna che tu ora stai scalando, non potranno MAI capirti.

Devi accettare questa “non comprensione” perché è normale, così come tu non potrai mai capire loro fino a quando non vivrai le loro stesse situazioni.

Nel momento in cui accetterai questo, riuscirai finalmente a ignorare le critiche (fortificandoti) e a liberarti dal magone in mezzo al petto che ti viene ogni volta che qualcuno di loro inizia a dirti quello che dovresti fare e dovresti NON fare.

La tua vera libertà inizierà da quel momento.

Sta a te decidere quando partitre.

conciliare studio lavoro vita privata

3) Avere chiari gli obiettivi che vuoi raggiungerli ed essere totalmente focalizzato a perseguirli

A questo punto serve chiarezza.

Va bene ignorare gli altri, ma tu cosa vuoi?

Vuoi continuare a lamentarti che il mondo di gira contro, che la fortuna non ti assiste, che è tutto molto difficile e devi accontentarti di risultati mediocri, o vuoi agire concretamente e velocemente per cambiare per sempre la tua situazione, migliorarla e ottenere finalmente i risultati che meriti?

Quali sono i tuoi obiettivi per i prossimi 3 anni, per il prossimo anno, per i prossimi 3 mesi?

E per domani?

No, veramente, sono serio.

Tu cosa vuoi dalla tua vita?

Quali soddisfazioni vuoi ottenere ora e nei prossimi anni?

Che risultati e mete vuoi raggiungere?

Quali rivincite vuoi prenderti?

Chi vuoi diventare?

E quanto tempo vuoi impiegarci?

Perché ce la possiamo raccontare tutte le volte che vogliamo, possiamo lamentarci e rimanere fermi, accollarci i risultati che abbiamo e… morirono tutti tristi e scontenti uccisi dal mostro brutto e cattivo.

Oppure possiamo muoverci e agire per ottenere le informazioni CORRETTE che ci permettono di elevarci ad un nuovo livello ricco di soddisfazioni e risultati degni di nota nonostante le difficoltà.

conciliare studio lavoro vita privata

È una scelta.

Nient’altro che una scelta.

E per quanto io possa impegnarmi, scrivendo articoli come questo…

…per quanto insieme ad Attilio possiamo pubblicare ogni giorno un nuovo video su Youtube e Facebook

…solo tu puoi decidere che direzione far prendere alla tua vita.

>> Se scegli di replicare i nostri stessi risultati dentro e fuori l’Università grazie al primo e unico Sistema esistente in Italia, creato, progettato e testato specificatamente per aiutare gli Studenti Lavoratori a conciliare Studio, Lavoro e Vita Privata, devi solo cliccare QUI <<

4) Imparare come funzionano le relazioni per sfruttarle a tuo vantaggio (invece di sentirti solo e avere tutti contro e per questo avere sempre più energia sottratta)

Che tu ci creda o no, tutte le re relazioni funzionano in un modo specifico e psiologico.

Sono guidate da principi chiave che o le alimentano o le distruggono.

O trasformano le persone coinvolte nella relazione in elementi di valore aggiunto (che portano energia), oppure in sottrattori di forza ed energia.

La tua vita può avere grandi benefici se le tue relazioni funzionano nel modo corretto (con famiglia, amici, partner, datore di lavoro, colleghi, etc.), oppure può diventare veramente difficile se tutte queste persone continuano a starti attorno e venirti contro continuamente.

Tra le +96 video-lezioni del Sistema Laurearsi Lavorando, c’è un intero blocco dedicato proprio a questo: come funzionano le relazioni (con famiglia, amici, partner, datore di lavoro, colleghi, etc.) e come viverle al meglio per sfruttarle a proprio vantaggio.

Se vuoi farlo tuo (il mio consiglio è di aggiudicartelo il prima possibile), clicca qui: laurearsilavorando.com/corso

5) Trovare un mentore e seguirlo

Il mentore non è un super-eroe.

Non è una persona più valida di te.

È semplicemente chi ha già scalato la montagna prima di te e ti aiuta a non commettere i suoi stessi errori.

Devi avere un metore in ogni area che vuoi migliorare.

Questo è il segreto delle persone di successo (come spiego in nel video qui sotto):

La nostra regola di vita (mia, di Attilio, del nostro staff e di tutti i nostri studenti) è abbastanza chiara e semplice:

Un maestro per ogni cosa

Lo sappiamo cihe è una logica contraria per certi versi a tutto ciò che ci viene insegnato (dato che viviamo in un paese in cui si tende a dover e voler fare tutto da soli), avere un mentore (un maestro) in ogni ambito in cui vuoi ottenere risultati, ti aiuterà a ottenerli velocemente evitando tutti gli errori che lui ha fatto per te.

Per conciliare Studio, Lavoro e vita privata ci siamo noi (gli unici in Italia, tra l’altro).

E il primo passo che ti invitiamo a compiere è quello di acquistare e studiare il Sistema Laurearsi Lavorando.

Dopo che lo applicherai sarà lui a portarti velocemente verso i risultati che desideri e meriti.

Poi ovviamente fai come vuoi.

conciliare studio lavoro vita privata

Conclusione

Siamo giunti al termine di questo lungo ma fondamentale articolo per chi, come te, studia e lavora.

Adesso hai tutte le informazioni di base da implementare subito per migliorare istantaneamente la tua vita da studente lavoratore.

Sta a te seguirci e applicare tutto.

Ti ricordo che puoi acquistare il Sistema Laurearsi Lavorando ad un prezzo ridicolo rispetto al suo enorme valore.

In questo modo di garantirai l’accesso A VITA ad un area riservata con +96 video-lezioni di altissima qualità da vedere da qualsiasi dispositivo e comodamente da casa tua (tutte le volte che vorrai), più tutti i succosi bonus da scaricare.

Trovi un video di presentazione più tutte le informazioni al link qui sotto:

==> Ottieni subito tutte le informazioni sul Sistema Laurearsi Lavorando

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo!

Nicola Guarino

acquistare corso laurearsi lavorando

Leave a Reply

prova-corso

Vuoi scoprire i 3 Segreti per LAUREARTI VELOCEMENTE e con VOTI ALTI anche se Studi e Lavori?

INSERISCI IL TUO NOME E LA TUA MIGLIORE EMAIL

E ACCEDI SUBITO AI 3 VIDEO GRATIS!

Complimenti! Ti abbiamo inviato una email con il link al Video n.1 (controlla in SPAM)