[STUDENTE LAVORATORE] Lavorare e riprendere a studiare a 39 anni si può? Ecco la storia di Daniela

In questo articolo di oggi voglio parlarti di una STORIA VERA di un futuro studente lavoratore, che ha in sé una dose di coraggio, determinazione e cazzutaggine quasi PERICOLOSA!

Devi sapere che ogni giorno ci arrivano feedback dagli studenti universitari, lavoratori e non, che ci scrivono quanto grazie a noi hanno capito come:

  • superare più esami universitari;
  • migliorare la loro vita;
  • ritrovare la voglia di studiare;
  • lasciarsi alle spalle le difficoltà che vivono cercando di conciliare studio, lavoro e vita privata.

E potrei finire domani.

L’altro giorno sulla pagina Facebook di Laurearsi Lavorando abbiamo ricevuto il messaggio di Daniela, un’imprenditrice di 39 anni che voleva ardentemente riprendere gli studi e coronare il suo sogno ancora non realizzato.

La Laurea.

Presa da mille dubbi, altrettante insicurezze e le normali difficoltà che qualunque studente lavoratore (o potenziale tale) ha nel riprendere a studiare, gestire il tempo, e capire bene cosa fare, si è messa a cercare su Youtube e “casualmente” ha trovato i nostri video.

Dopo averli spulciati tutti, acquistato e letto il libro “Come Laurearsi Velocemente e con voti Alti”, ci ha scritto per ringraziarci di come le abbiamo cambiato la vita.

Dato che adesso ha trovato la motivazione e la determinazione di affrontare questo nuovo percorso al meglio (nonostante non sia più una ragazzina con del tempo da perdere).

Allora abbiamo deciso di intervistarla perché riteniamo che la sua storia sia un vero e proprio esempio di caparbietà e determinazione e sia di ispirazione non solo per chi inizia l’Università o magari si sente bloccato in un percorso universitario che è diventato una vera e propria trappola.

Ma anche per chi, dopo anni, sceglie di riprendere a studiare, e lo fa per coronare un proprio sogno!

Qui di seguito troverai la trascrizione dell’intervista fatta a Daniela, oltre alla video intervista integrale.

(che, secondo me, è un concentrato di carica e “coglioni quadrati” di 12 minuti circa – e, per questo, ti consiglio di guardarla dall’inizio alla fine!)

conciliare studio lavoro vita privata

[STUDENTE LAVORATORE] Lavorare e riprendere a studiare a 39 anni si può? Ecco la storia di Daniela

Attilio: Ciao a tutti!

Oggi voglio introdurvi una persona che ha molto in comune con chi magari sta per intraprendere un nuovo percorso universitario e un esempio sotto certi punti di vista per tenacia, determinazione, impegno, buona volontà ne ha da vendere.

Passo subito a presentarvela…

Ciao Daniela, saluta i nostri video-ascoltatori!

Daniela: Ciao a tutti!

A: Ho un pò di domande da farti.

Intanto chi sei, cosa fai e come mai hai deciso di intraprendere un nuovo percorso universitario.

Prima che tu risponda, una breve premessa per chi ci segue: Daniela non è ancora una studentessa lavoratrice, ma ha intenzione di diventarlo, attualmente lavora.

D: Sì, a settembre ho intenzione di iniziare questo nuovo percorso universitario.

Lo farei anche adesso, ma devo aspettare Settembre: non vedo l’ora!

A: Parlaci un modo della tua esperienza, tu dicevi: “questo NUOVO percorso universitario…”.

Se posso chiederti: hai fatto già quindi una scelta universitaria prima di questa di cui ti sei forse pentita e che hai tralasciato?

Cos’è successo?

D: Allora, io uscita dalle superiori, e ho intrapreso l’Università che sentivo più vicina a me, Lettere e Filosofia, per un motivo sbagliato di cui con la giovane età non mi ero resa conto.

In pratica, ho scelto una Facoltà che non avesse nulla di scientifico!

Perché a scuola mi dicevano che non ero portata per le materie scientifiche – e qui mi rifaccio al vostro libro, in cui dite in realtà che “nessuno non è portato per… “ oppure “non portato per…”.

E quindi, non avevo attitudine secondo loro, e mi hanno tutti fatto credere questa cosa!

Mi sono trovata a fare una scelta per difetto, cioè “là dove non ci fossero materie scientifiche”.

Ho iniziato questa Facoltà.

Avevo la media del 30, studiavo e avevo ottimi risultati.

Ma non la sentivo mia.

Fino a che non ho mollato, a qualche materia dalla fine – in quel momento l’ho vissuta come una liberazione, anche se con gli anni, dati gli sforzi fatti, me ne sono pentita.

E mi è sempre rimasta questa cosa della laurea, un pò per una mia cosa personale, un pò per i miei genitori, un pò perché mi piace studiare.

(secondo me, ogni giorno bisogna imparare qualcosa!)

E quindi ho deciso di seguire il mio cuore, scegliendo una Facoltà completamente scientifica, anche un pò per rivalsa su me stessa e su chi mi diceva che non ero in grado.

Non vedo l’ora di intraprendere questo nuovo percorso universitario.

Naturalmente, sarà difficile perché io comunque ho un ristorante, lavoro a pranzo, lavoro a cena, faccio orario spezzato.

Ho dei doveri, dei dipendenti.

Ma tutto il mio tempo libero lo voglio dedicare a questa cosa, per un piacere mio.

Non più per un dovere, per come era all’epoca.

A: Eh, te lo dicevo che sei cazzuta!

Cioè, hai interrotto un percorso che era sul finire per iniziarne un altro, completamente nuovo…

D: Tra l’altro, ho riflettuto perché mi avrebbero ancora oggi riconosciuto degli esami comunque, ma non è quella la mia strada.

Avrei sbagliato a seguire quel percorso perché non lo sento mio.

Avrei studiato non per piacere, ma per dovere, di nuovo.

Quindi: preferisco ricomincare da capo!

conciliare studio lavoro vita privata

Ecco come Daniela ci ha conosciuti!

A: E quindi, un giorno, ti sei imbattuta in noi…

Sono curioso di capirlo perché riceviamo ogni giorno moltissimi messaggi da studenti universitari, lavoratori e non, che ci ringraziano per quello che facciamo.

Però il tuo mi è piaciuto particolarmente, perché tu hai fatto una scelta super-consapevole, abbandonando l’Università che stavi frequentando.

Ah, e poi sul libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti”, volevo chiederti: cosa ti ha colpito particolarmente della sua lettura?

D: Quel libro è riuscito a togliere ogni dubbio che avevo!

I dubbi comunque erano tanti, perché io se inizio qualcosa voglio portarla a termine (son fatta così!)

A: Ah, wow! Ottimo.

D: Sul “come vi ho conosciuti”, è successo così.

Cercavo un pò di motivazione, perché mi sentivo “vecchia”: ho 39 anni, non sono vecchia, ma in Università in cui magari la media è 20 anni ho pensato:

“Oddio, forse mi sentirò a disagio…

… sarò in grado?

I professori come si approcceranno a me?

Come io mi approccerò a loro?

Ce la farò con il lavoro?”

Da lì, ho semplicemente digitato su Youtube “studente lavoratore”, e mi siete usciti voi!

Ho iniziato a vedere i video, iniziando proprio dal primo – ho fatto una bella scorpacciata, per vari giorni.

E praticamente, andavo trovando la risposta a tutti i miei dubbi.

Capivo che il tempo era uguale per tutti, e quindi è solo la gestione del tempo che va cambiata.

E ho capito che ce la potevo fare!

Perché voi stessi eravate comunque l’esempio di chi ce la poteva fare.

Dopo i video, ho voluto acquistare il libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” perché volevo vedere tutto scritto nero su bianco.

E lì, ho trovato ulteriore riscontro, e pagina dopo pagina mi trovavo d’accordo su tutto.

Oltre al fatto che all’interno ci sono dei consigli e delle strategie che, parliamoci chiaro, servono sempre!

Perché sì la buona volontà e tutto, ma uno deve anche sapere come fare.

A: Dai, quindi lo consiglieresti…

D: Assolutamente sì!

Ma guarda, già lo sto passando a dei miei amici, a qualche mio collega universitario, e lo sto consigliando assolutamente.

Sto anche valutando di proseguire con il corso Laurearsi Lavorando con voi perché è un investimento su se stessi, secondo me, non una spesa!

(piccola parentesi: ecco il link alle nostre Risorse Avanzate:

– Il Sistema Laurearsi Lavorando, il prima Sistema per dare più esami con voti più alti se studi e lavori e conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace (creato specificatamente per gli Studenti Lavoratori)

– Il Video Corso Sessione col Botto! – il primo video corso in Italia che ti insegna come preparare due o più esami contemporaneamente e dividere lo studio (adatto se NON sei uno Studente Lavoratore)

Oltre al libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” – oltre 60 recensioni a 5 stelle – in vendita su Amazon.

NB: Laurearsi Lavorando CONTIENE il Video Corso Sessione col Botto + altre 90 video lezioni per oltre 15 ore di formazione!)

A: Bravissima, infatti il salto che il libro fa fare è proprio questo: è un percorso che ti porta con mano e ti mostra il percorso universitario con gli occhi di due che l’hanno conosciuto per filo e per segno…

D: Non ti senti più solo, io non mi sono sentita più sola!

Lo riassumerei così.

E’ stato praticamente come se parlassi con qualcuno che comprendesse come mi sento io nell’affrontare questo percorso.

A: E’ davvero così!

Da lavoratrice, quali consigli cercava Daniela per prepararsi ad affrontare al meglio il suo percorso universitario?

A: Volevo chiederti: tu cercavi dei consigli sulla gestione del tempo, se non ricordo male…

D: Sì, è stata la prima cosa.

A: Come mai “gestione del tempo”?

Che risposte cercavi? Perché la gestione del tempo era importante?

D: perché io sono una di quelle persone che sembra non avere mai tempo.

E dico “no, questo non lo faccio perché non ho tempo, questo lo farò dopo quest’altro …”

Mi sono resa conto che iniziavo mille attività e non ne finivo una.

Ed entravo in panico!

E invece il libro mi ha fatto capire tante cose.

Per prima cosa, come ti dicevo, mi è rimasta impressa questa cosa: che il tempo vale per tutti, è semplicemente come tu lo occupi, come scegli di occuparlo che le cose cambiano.

Quindi, ho cambiato anche il mio modo di alzarmi la mattina, di fare delle cose la mattina piuttosto che la sera.

Ho capito che bisogna fare delle scelte, naturalmente, su che cosa dedicare il tuo tempo.

E che soprattutto non devi rinunciare a niente.

Devi organizzarlo, ecco…

Questa era una cosa che mi mancava e che mi mandava in panico.

conciliare studio lavoro vita privata

Ecco il DESIDERIO più grande di Daniela – e che hanno in comune tutti gli studenti lavoratori…

A: Se avessimo la bacchetta magica, qual è il desiderio che vorresti realizzare, quella cosa che vorresti ottenere fin da domani?

D: La LAUREA, per portarla a mio padre ahahaha

No, lo faccio per me, però – come anche voi dite all’interno del libro – la loro generazione ci tiene.

Perché voi avete spiegato benissimo questo concetto qui.

Per i genitori, è una cosa importante: ai loro tempi, la laurea faceva veramente la differenza molto più di adesso.

E quindi per loro la realizzazione di un figlio era anche quello.

La mia laurea NON sarà così, nel senso che il mio lavoro io ce l’ho, per cui è più una cosa per me.

Però non ti nascondo che, in parte, lo faccio anche per loro!

A: Sì, l’ambiente comunque ti condiziona.

La prima cosa è che tu sei la media delle cinque persone che frequenti di più.

La seconda cosa te la riassumo con una frase di Kahlil Gibran, un poerta, autore de “Il Profeta”, che proprio in questo libro dice la seguente cosa:

“I genitori sono l’arco, i figli le frecce.
Una volta partite, le frecce non tornano indietro, ma guardano avanti”

Da figlio, anche se sei indipendente, devi ricordarti che provieni da un arco.

E per questo, devi rapportarti con i tuoi genitori e dar conto di questo tuo traguardo.

D: Per me quella è una motivazione in più, ovviamente non è l’unica.

Io ho la mia motivazione personale, la mia ragione per cui lo faccio, a cui questa dei miei genitori si somma!

Il consiglio più IMPORTANTE per chi sta per iniziare un nuovo percorso universitario

A: Cosa consiglieresti a chi si trova nella tua stessa situazione in questo momento – cioè sta intraprendendo un percorso universitario – e magari è preso da mille dubbi, incertezze e confusione?

D: Io consiglierei questo, che se è un desiderio vero quello di prendere la laurea, se si alzano tutte le mattina come me con la voglia di imparare qualcosa di nuovo, è un dovere verso se stessi.

Di non avere paura, perché è comunque una cosa che ti arricchisce ed è una cosa a cui se poi si rinuncia, ci si pentirebbe tutta la vita.

E quando una cosa la senti dentro, non è più un sacrificio ma anzi ti alzi con la voglia di prendere quei libri – io la vedo così.

Quindi dico assolutamente di provare, non c’è età che tenga.

Perché come ci riesco tanti, possiamo riuscirci anche noi!

A: Qual è la cosa che ti porti a casa dai video e dal libro e che ti è rimasta impressa rispetto a quello che pensavi di fare all’Università?

D: Che sicuramente non è troppo tardi.

La cosa che a me creava ansia era “cosa lo faccio a fare adesso, ormai…”

“Ormai è andata, ormai non mi serve più…”

E invece no!

Il tesoro prezioso che mi porterò dentro è che ogni giorno della nostra vita è importante per imparare, non è mai troppo tardi.

MAI.

Mai dire che è troppo tardi.

Mai dire non ce la faccio.

Mai dire mai.

Se una cosa la si vuole, è giusto che la si insegue e che la si porti a termine nel migliore dei modi.

Che poi se la si vuole veramente, il tempo si trova, e ci si organizza!

A: Bello, un bel messaggio questo!

conciliare studio lavoro vita privata

Conclusione

Se hai letto da cima a fondo l’intervista fatta a Daniela, hai visto il video o hai fatto entrambe le cose, hai potuto toccare con mano quanto le informazioni che divulghiamo sono in grado di impattare sulla vita di ogni studente lavoratore che le assimila.

Se attualmente stai vivendo difficoltà nel tuo percorso universitario, oppure sei un lavoratore e stai per iniziare – come Daniela – un percorso universitario, hai bisogno di una guida.

Di qualcuno che ti dica cosa fare, cosa NON fare, evitando che tu possa commettere errori gravi che trasformano questa tua nuova esperienza in un vero e proprio incubo.

Quelle guide possiamo essere noi, che da studenti lavoratori siamo riusciti a laurearci velocemente e con voti alti, e possiamo insegnarti a replicare i nostri stessi risultati.

Se vuoi, inizia a seguirci sui nostri canali ufficiali:

  • Facebook, dalla nostra Pagina Ufficiale in cui facciamo dei video LIVE gratuiti in cui puoi interagire direttamente con noi facendoci anche delle domande;
  • Youtube, da cui pubblichiamo 1 video al giorno divulgando informazioni avanzate dedicate esclusivamente agli studenti lavoratori;

E, naturalmente, continua a seguire questo Blog perché pubblicheremo nuovi articolo con informazioni esclusive, dedicate a te che sei – o vuoi diventare – uno studente lavoratore.

Se poi vuoi ottenere l’accesso a Informazioni più Avanzate che ti permetteranno di dare esami universitari con voti alti conciliando alla perfezione lo studio col lavoro e tutto il resto – così come hanno fatto centinaia di nostri studenti avanzati – ecco i link alle nostre Risorse:

– Il Sistema Laurearsi Lavorando, il prima Sistema per dare più esami con voti più alti se studi e lavori e conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace (creato specificatamente per gli Studenti Lavoratori)

– Il Video Corso Sessione col Botto! – il primo video corso in Italia che ti insegna come preparare due o più esami contemporaneamente e dividere lo studio (adatto se NON sei uno Studente Lavoratore)

Oltre al libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” – oltre 60 recensioni a 5 stelle – in vendita su Amazon.

NB: Laurearsi Lavorando CONTIENE il Video Corso Sessione col Botto + altre 90 video lezioni per oltre 15 ore di formazione!

acquistare corso laurearsi lavorando

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo

Attilio Cordaro

Leave a Reply

prova-corso

Vuoi scoprire i 3 Segreti per LAUREARTI VELOCEMENTE e con VOTI ALTI anche se Studi e Lavori?

INSERISCI IL TUO NOME E LA TUA MIGLIORE EMAIL

E ACCEDI SUBITO AI 3 VIDEO GRATIS!

Complimenti! Ti abbiamo inviato una email con il link al Video n.1 (controlla in SPAM)