[LAVORARE E STUDIARE INGEGNERIA] 6 Esami in 7 mesi con la media del 28 + la tesi e si laurea: ecco come ha fatto!

Ciao e Benvenuto! Questo è un articolo un pò particolare, perché ti presenterò il caso studio di un nostro studente lavoratore che è riuscito a lavorare e studiare ingegneria velocizzando il proprio percorso universitario grazie agli strumenti, alle tattiche e alle strategie che io e Nicola insegniamo all’interno del libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” e nei nostri video corsi.

In particolare, lui è riuscito a superare 6 esami in 7 mesi con la media del 28 (quasi uno al mese!) più la tesi e laurearsi, riuscendo ad andare molto più veloce nel suo percorso universitario e laureandosi accanto a molti suoi colleghi di corso che studiavano soltanto – con un voto più alto di molti di loro.

Il suo nome è Domenico Lattuca, e in questo articolo ti riporto l’intervista che ci ha rilasciato dopo aver concluso il suo percorso universitario da studente lavoratore di Ingegneria.

conciliare studio lavoro vita privata

Lavorare e studiare Ingegneria: l’intervista a Domenico Lattuca, lo studente lavoratore che è riuscito a superare 6 esami in 7 mesi con la media del 28 + la tesi e si è laureato!

Attilio: Ciao Domenico! Partiamo da una domanda semplice: cosa studi e qual è stato il tuo percorso universitario?

Domenico: Ciao Attilio! Ho studiato Ingegneria Informatica alla triennale, alla magistrale Ingegneria delle Telecomunicazioni, ho da sempre lavorato, mi sono diplomato e il mese dopo lavoravo in un call center, e sono venuto a conoscenza di Appunti Condivisi nell’Ottobre 2017 – quando avete tenuto l’edizione dal vivo del Corso “Sessione col Botto!” (puoi trovare info sul corso qui).

Allora, mi mancavano circa 6 materie alla fine della Magistrale, volevo un attimino accelerare, quindi come si fa di solito si inizia a cercare su Internet, sai, quei giorni in cui vedi tutto nero, sei un pò depresso, vai troppo lento – cose che capitano spesso nella vita di uno studente universitario lavoratore – e allora cerchi soluzioni per lavorare e studiare Ingegneria in modo più veloce.

Per caso mi imbatto sul vostro sito, leggo il primo capitolo del libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti” – che puoi scaricare gratis da qui -, vedo che eravate studenti lavoratori come me, avete lavorato in cui call center come me, ho detto “mah, guarda le coincidenze…”.

Sono un tipo diffidente di natura, ma lascio sempre il beneficio del dubbio!

Per cui, ho iniziato a seguirvi e, poco dopo, c’è stata l’occasione di partecipare al Corso “Sessione col Botto!”, ho detto “Va bene, andiamo!”.

Nel frattempo, avevo visto diversi vostri video, in cui non trovavo niente di eclatante, speciale, magico… tutto ordinario, normale, ma come poi dovrebbe essere ragionandoci un attimino su.

C’erano dei punti di vista, però, molto interessanti. Quelle cose che le senti e dici “Mizzica, in effetti hanno ragione…”.

Lo stesso fatto di partire quando prepari un esame dall’esame stesso, avere un’ottica orientata all’esame, da quello che ti chiede il professore, da come si pone il professore, dalle domande che fa, dagli esercizi che ci sono, è qualcosa che la stragrande maggioranza degli studenti non fa, e che io non facevo. Però, è una cosa che dovrebbe essere quasi scontata.

E non è questione di stupidità o intelligenza, ma si tratta di soluzioni a cui uno studente lavoratore dovrebbe arrivare. Da questo punto di vista, il vostro è un grande aiuto.

Attilio: Un pò come guidare una macchina: se non te lo spiega nessuno, è difficile se non impossibile, ma non appena te lo spiegano, vai tranquillo. La stessa cosa vale per il Sistema Universitario: se nessuno te lo spiega, non puoi pensare di affrontarlo al meglio da solo.

Attilio: Cosa è successo quando hai impattato con i nostri materiali, prima col libro, poi col corso, e con le dirette fino alla conclusione del tuo percorso universitario?

Da quando mi sono messo a lavorare e studiare Ingegneria ho cambiato diverse volte metodi di studio, perché cercavo sempre di migliorarmi per coniugare velocità e risultato.

E tutte le volte che l’ho fatto, NON ho migliorato i miei risultati.

Tranne da quando ho conosciuto voi: da quel momento ho capito che non era questione di metodo di studio.

Ho modificato come mi dicevate il mio modo di studiare, ho orientato la mia preparazione verso l’esame, per la maggior parte delle volte mi è andato benissimo – solo una volta ho preso 25, forse il voto più basso in assoluto – per tutto il resto, ho ottenuto voti altissimi.

Ricordo addirittura una volta in cui all’esame di Economia Aziendale, che comprendeva una parte teorica, io avevo studiato dalle domande che il professore faceva più spesso, ed ero talmente preparato che il professore mi fece le domande che sapevo molto bene e io non lo facevo neanche finire di parlare che sapevo già la risposta.

E lì, il 30/30 e lode difficilmente te lo toglie qualcuno!

Attilio: Più o meno quanti esami e con quale media sei riuscito a superarli?

Domenico: Mi mancavano 6 esami.

Credo che facendo un conto orientativo, la media è del 28.

Rispetto al passato, devo dire: per me era importante il voto di laurea.

Sono riuscito a coniugare finalmente velocità e risultato, e quindi lavorare e studiare Ingegneria mantenendo la mia media che era già alta, ma velocizzando il mio percorso universitario.

Avrei voluto laurearmi qualche mese prima, ma non ce l’ho fatta per motivi personali molto seri.

conciliare studio lavoro vita privata

Attilio: Davvero in gamba, Domenico. Quali sono le tecniche e le strategie che più ti sono rimaste impresse e ti hanno dato più risultati, tra i materiali che hai studiato?

Domenico: Allora, sicuramente un modo di studiare orientato all’esame già dall’inizio, che da quando ho iniziato a lavorare e studiare Ingegneria NESSUNO mi aveva mai insegnato o, quantomeno, consigliato.

Quindi, il fatto di:

  • concentrarmi in vista dell’esame sulla raccolta delle domande del professore;
  • capire che tipo è il professore, come pensa, come decide;
  • se è possibile andare a qualche esame per vedere le modalità di interrogazione e le domande fatte più spesso.

Hanno fatto tutta la differenza quando studiando con voi li ho applicato nella preparazione dei miei esami universitari.

Un altro aspetto chiave che mi ha aiutato tantissimo a dare tutti quegli esami in breve tempo e con voti altissimi sono state le tecniche di gestione del tempo.

Tra tutte, la Tecnica -2:2, quindi la possibilità di calcolare in modo corretto il tempo che mi mancava all’esame, e in base a quello suddividere lo studio.

Voi nel Video Corso “Sessione col Botto!” spiegate come utilizzare questa tecnica per studiare due o più materie a sessione. Nel mio caso, non avevo questa necessità, ma questa tecnica mi ha aiutato più di quello che avrei potuto immaginare.

**N.B: i libri e i corsi a cui Domenico fa riferimento sono Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti – più di 60 recensioni a 5 stelle al momento in cui scrivo e in vendita su Amazon – Sessione col Botto, il primo video corso in Italia che ti spiega come preparare due o più materie contemporaneamente e dividere lo studio, e Laurearsi Lavorando, il primo Sistema in Italia per dare più esami con voti più alti se studi e lavori. Qui di seguito le pagine di riferimento per avere info su libro e corsi:

⇒ Libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti”

Sessione col Botto – il primo video corso in Italia che ti spiega come preparare due o più materie contemporaneamente e dividere lo studio;

Laurearsi Lavorando – il primo Sistema in Italia per dare più esami con voti più alti se studi e lavori

ATTENZIONE: Il Sistema Laurearsi Lavorando CONTIENE al suo interno le tecniche spiegate all’interno del Video Corso Sessione col Botto – oltre ad altri 3 moduli aggiuntivi con 15 ore di formazione ESCLUSIVA**

Attilio: Voglio chiarire un aspetto – noi NON ci occupiamo di Metodo di Studio

Noi NON parliamo di un Metodo di Studio per studenti lavoratori, e non lo facciamo semplicemente perché non ti serve un Metodo.

Il Metodo di studio è “come” studi.

Cosa che è irrilevante se sei uno studente lavoratore.

Tutto quello che fa davvero la differenza non è come studi.

Ma tutto quello che fai PRIMA ancora di aprire un libro e metterti a studiare.

Prima di studiare, uno studente universitario lavoratore dovrebbe sapere come pianificare correttamente gli esami – sapere quante materie a sessione deve almeno dare – e avere una strategia chiara per ogni sessione – quali esami devo abbinare tra di loro.

Attilio: Ma torniamo a noi: quando ti sei laureato e cosa hai provato quando sei stato proclamato “Dottore”?

Domenico: Mi sono laureato ad Ottobre 2018.

Purtroppo nel mio caso quando mi sono laureato da poco era venuta a mancare una persona a me molto cara.

Quindi da un lato ho provato una grossa soddisfazione, sia per il voto sia per il raggiungimento di un grande obiettivo, molto ambizioso.

E a questo proposito, voglio ricordare che completare un percorso di studi all’UniversitàNON è per niente facile!

Specialmente per chi si mette a lavorare e studiare Ingegneria, sia triennale o magistrale.

L’Università NON è un obiettivo facile da raggiungere e non tutti ci riescono, soprattutto gli studenti lavoratori.

Qualcuno vede addirittura l’Università come la continuazione delle scuole superiori.

Solo che se lì è quasi scontato ti diano il diploma, all’Università non c’è niente di scontato: gli esami sono uno stress continuo.

(e io tutt’ora lo stress che ho provato per ogni esame non l’ho provato MAI in nessun altra cosa che mi è capitata in vita)

Detto questo, sicuramente un enorme soddisfazione per aver coronato nel migliore dei modi questo splendido traguardo. Dall’altro, però, una profonda tristezza per quella persona a me cara che non era lì, quel giorno, a festeggiare con me la mia gioia.

Attilio: Credo che sarebbe stata molto molto fiera di quello che alla fine hai fatto.

conciliare studio lavoro vita privata

Attilio: Cosa diresti ad uno studente che si è messo magari a lavorare e studiare Ingegneria come te e legge per la prima volta questa intervista sul Blog?

Domenico: Io gli dire di fidarsi di voi.

Io per primo sono una persona molto diffidente, e sto molto attento prima di fidarmi di qualcuno.

Però, spesso e volentieri, bisogna anche applicare alcune cose sulla fiducia e vedere poi i risultati. E provarci, anche se in quel momento è difficile farlo perché si sta passando un periodo non soddisfacente.

E il motivo è che se tu vuoi per esempio vuoi andare più veloce all’Università o aumentare la tua media voti, o entrambi, devi fare nuove azioni DIVERSE da quelle che hai sempre fatto!

Quindi, intanto cambi, e poi vedi.

Di conseguenza, per cambiare devi fidarti di quelle persone che prima di te hanno ottenuto i risultati che vuoi ottenere – in questo caso voi.

E fare la cosa più intelligente che puoi fare: sfruttare l’esperienza di chi c’è passato prima.

La storia del mondo funziona così.

Si è sempre sfruttata l’esperienza di chi ha fatto qualcosa prima per migliorare un lavoro, per proseguirlo e raggiungere risultati ulteriori.

Se ogni volta in un ambito si dovesse ripartire da zero, allora saremmo ad un decimo del progresso che abbiamo raggiunto oggi!

Attilio: Domenico, io ti ringrazio per le tue parole, per quello che hai detto, per averci rilasciato questa intervista che testimonia il tuo splendido percorso. A presto!

E adesso mi riferisco a te che stai leggendo.

Se ti sei messo a lavorare e studiare Ingegneria e:

  • hai delle materie dietro che non sai come recuperare;
  • senti che il tempo non ti basta mai;
  • studi spesso fino a tarda notte e la mattina sei uno zombie;
  • sei stato costretto a rinunciare alla tua vita sociale – senza migliorare però il tuo percorso universitario;
  • vuoi liberarti dall’orribile sensazione di non ottenere mai il voto che meriti agli esami.

Allora segui anche tu l’esempio di Domenico e iniziare ad agire nel modo CORRETTO!

Inizia a seguirci sui nostri canali ufficiali:

  • Facebook, dalla nostra Pagina Ufficiale in cui io e Nicola facciamo dei video LIVE gratuiti in cui puoi interagire direttamente con noi facendoci anche delle domande;
  • Youtube, da cui pubblichiamo 1 video al giorno divulgando informazioni avanzate dedicate esclusivamente agli studenti lavoratori;
  • Chat Facebook, per essere aggiornato ogni giorno sui nuovi contenuti pubblicati sui nostri canali;

E accedi al Video Corso Gratuito in cui ti sveliamo i 3 Segreti che ci hanno permesso di laurearci velocemente e con voti alti da studenti lavoratori.

Poi, se vuoi velocizzare nel più breve tempo possibile il tuo percorso universitario, puoi accedere al Sistema Laurearsi Lavorando, un Video Corso di più di 96 video lezioni e 20 ore di formazione che ti spiega la procedura che, passo passo, ha permesso a me e Nicola di laurearci velocemente e con voti alti conciliando studio, lavoro e vita privata (al momento, uno dei nostri programma più avanzati per studenti lavoratori).

**N.B: qui di seguito i link al libro e ai corsi a cui Domenico ha fatto riferimento durante l’intervista:

Acquista il libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti”

 Richiedi informazioni sul Corso Sessione col Botto – il primo video corso in Italia che ti spiega come preparare due o più materie contemporaneamente e dividere lo studio;

 Acquista il Laurearsi Lavorando – il primo Sistema in Italia per dare più esami con voti più alti se studi e lavori

ATTENZIONE: Il Sistema Laurearsi Lavorando CONTIENE al suo interno le tecniche spiegate all’interno del Video Corso Sessione col Botto – oltre ad altri 3 moduli aggiuntivi con 15 ore di formazione ESCLUSIVA**

acquistare corso laurearsi lavorando

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo

Attilio Cordaro

Leave a Reply

prova-corso

Vuoi scoprire i 3 Segreti per LAUREARTI VELOCEMENTE e con VOTI ALTI anche se Studi e Lavori?

INSERISCI IL TUO NOME E LA TUA MIGLIORE EMAIL

E ACCEDI SUBITO AI 3 VIDEO GRATIS!

Complimenti! Ti abbiamo inviato una email con il link al Video n.1 (controlla in SPAM)