Fai Studio e Lavoro insieme? Ma chi te lo fa fare!!!


Ma chi te lo fa fare a fare studio e lavoro insieme?

Questa è la frase che continuamente mi veniva ripetuta quando studiavo e lavoravo da  parte di tutte le persone che mi circondavano: studenti, miei colleghi, miei amici, la mia famiglia (intendo più che altro i parenti) i miei colleghi di lavoro, e tutte le persone che mi stavano attorno, ad eccezione di chi faceva la mia stessa vita.

E se stai leggendo questo articolo probabilmente sei anche tu uno studente lavoratore, quindi voglio chiederti…

Chi te lo fa fare a Lavorare e Studiare?

Probabilmente dentro la tua testa avrai una vocina che dice:

“Ehhh il bisogno economico”

oppure

“la voglia di aiutare la mia famiglia”

oppure

“la voglia di indipendenza e libertà”

oppure

“la voglia di immettermi nel mondo del lavoro, sviluppare competenze concrete per avere un lavoro migliore dopo gli studi”.

Oppure magari tutte insieme, proprio come è successo a me.

Ho indovinato?

Non è stato difficile, dato che ogni giorno parlo con tantissimi studenti lavoratori aiutandoli a conciliare studio, lavoro e vita privata in modo efficace.

conciliare studio lavoro vita privata

(se non ci segui ancora, puoi farlo ora e gratis sulla nostra pagina Facebook che sul nostro Canale Youtube).

Ma a prescindere da quale è la motivazione che ti ha smosso a fare lavoro e studio insieme, c’è una motivazione nascosta (di cui ad oggi probabilmente non sei consapevole) che ti ha spinto a farlo.

Vuoi sapere qual è?

Beh…è un’aspetto che accomuna tuttti gli studenti lavoratori italiani.

Però, prima di svelartelo, voglio raccontarti cosa ha smosso me.

La mia storia (in breve) e cosa mi ha spinto a studiare e lavorare contemporaneamente anche se tutti mi dicevano di non farlo

Non so se lo sai, ma per tutto il mio percorso universitario, sono stato uno studente lavoratore.

Si, ho fatto lavoro e università contemporaneamente per tutti e tre gli anni (dopo la triennale non ho continuato per scelta professionale).

La mattina studiavo e seguivo le lezioni (quando potevo) e il pomeriggio mi ritrovavo chiuso all’interno di un call center con le cuffie di plastica dura alle orecchie cercando di vendere promozioni telefoniche.

La sera poi tornavo sui libri e continuavo a studiare finché non mi ci addormentavo sopra.

Non ti nego che all’inizio era tutto veramente difficile.

Le persone che mi stavano intorno criticavano e ridevano per la mia scelta non convenzionale.

D’altronde, detto tra noi, non avevano tutti i torti.

Cioè, specie all’inizio, avevano ragione a non essere d’accordo con quello che stavo facendo.

Perché?

Perché mi vedevano continuamente rinunciare alla mia vita privata o sociale (che specie all’inizio si era quasi ridotta a zero), mi vedevano sempre più chiuso tempo a casa con un malessere, una frustrazione che non sto qui a raccontarti (anche perché sono sicuro che sai bene di cosa parlo).

E questo perché magari andavo agli esami e non avevo un risultato buono.

Anzi, avevo risultati pessimi.

Non so se lo sai ma io il primo anno di università l’ho sbagliato completamente.

Ho fatto sette esami in nove mesi e ne ho superati zero.

Z-E-R-O.

E mi impegnavo come un matto disperato.

Capisci la frustrazione che provavo?

Per fortuna ho sempre avuto un’autostima molto alta e ho sempre creduto in me stesso.

Ho sempre creduto di potercela fare…ma ad un certo punto, senza i risultati in mio supporto, sono arrivato a mettere in dubbio me stesso, le mie potenzialità, la mia voglia di fare e di ottenere risultati fuori dal normale.

Ovviamente tutto ciò portava le persone attorno a me a dire “ma chi te lo fa fare?”.

Ed era pure normale.

La VERA ragione che mi ha spinto a Lavorare e Studiare contemporaneamente oltre alla voglia di NON essere un bamboccione ed essere INDIPENDENTE economicamente

Non volevo per niente essere un bamboccione (si, tipo quello che vedi qui sopra in foto) e ritrovarmi a 40 anni ancora a casa con la mamma che mi accudice.

Io sapevo di essere capace.

Di essere di avere stoffa.

E avevo voglia di essere indipendente, volevo crearmi la MIA strada.

Avevo voglia di distaccarmi economicamente dalla mia famiglia per non pesare più su di loro (mio papà è un operaio e mia mamma una casalinga) pagandomi tutto da solo, ma la vera ragione che mi ha spinto a fare lavoro e studio insieme è stata l’AMBIZIONE.

La vera ragione che mi ha spinto a fare lavoro e studio insieme è stata l’AMBIZIONE.

Si, la voglia di arrivare più in alto possibile, diventando qualcuno, un esempio per molti, capace di lasciare un segno in questo mondo.

conciliare studio lavoro vita privata

Ora, se sei uno studente lavoratore sono sicuro al 100% che ti sei ritrovato molto nelle mie parole.

Mentre leggevi hai rivisto un po’ te stesso (dettagli a parte) e ti sei quasi sentito meno solo.

Per questa ragione, se anche tu sei circondato da gente che ti sminuisce, ti scredita, ti invita a smettere di vivere “questa vita di merda”, ti invita a staccare la spina (mentre tu invece sai che devi spingere ancora più forte sull’acceleratore), oggi voglio aiutarti a mettere la parola fine a tutto ciò, evitando di sentirti nervoso, frustrato e amareggiato per le continue critiche altrui.

Come tratte vantaggio dagli altri ed evitare di ricevere continuamente critiche e stare male per questo

Se non mi conosci ed è la prima volta che atterri su questo Blog, sappi che io sono un giovane imprenditore palermitano di 26 anni (almeno nel momento in cui scrivo questo articolo).

Sono co-fondatore della piattaforma www.appunticondivisi.com e il co-autore del libro “Come Laurearsi Velocemente e con Voti Alti“, uno dei libri più recensiti positivamente della categoria su Amazon, e che ha cambiato radicalmente la vita a migliaia di persone.

Perché ti dico questo?

Perché quello che volevo fare sin da subito con Attilio, il mio socio, era aiutare tutti gli studenti che avevano le nostre stesse problematiche e vivevano la stessa vita che avevamo vissuto noi, per evitargli le difficoltà e la frustrazione continua che noi abbiamo vissuto.

E questo perché uno studente lavoratore può essere capito SOLO da un altro studente lavoratore.

Il libro per esempio contiene le basi del sistema di gestione del tempo che spieghiamo in dettaglio all’interno dei video-corso Laurearsi Lavorando, ma a che serve un sistema di gestione del tempo ad uno studente normale che, dopo essersi svegliato, l’unico pensiero che ha è studiare il più possibile?

Cioè, cosa dovrebbe gestire?

Ha solo una attività: studiare.

Non è complicato (eppure molti studenti normali non ci riescono e menomale che il libro è arrivato a soccorrerli).

Quando hai tutto il tempo a disposizione magari studi otto ore e poi stacchi.

È normale che sconosci, ignori e fatichi a comprendere certe problematiche che invece uno studente  lavoratore vive.

Ed è anche normale che poi vedi come vive uno studente lavoratore e gli dici “eh ma chi te lo fa fare”.

Me lo fa fare la voglia di essere indipendente, di emergere.

Me lo fa fare la mia ambizione, la mia voglia di diventare qualcuno, di diventare un esempi per le persone.

Questo me lo fa fare.

(Grandissima testa di cazzo destinata a sistemare i prodotti sugli scaffali di un supermercato!)

Ora, io ho solo 26 anni e mentre molti dei miei colleghi sono ancora alla triennale e faticano a prendersi quel pezzo di carta che vale sempre meno, io e Attilio nel nostro piccolo siamo diventati un esempio per molti studenti.

E non perché sono un super-eroe, ma perché ho lavoravo molto su me stesso, sulle mie abilità e sulle mie competenze.

Ed è quello che devi fare tu il prima possibile per evitare che gli altri continuano a frastullarti la uallera con le loro critiche e frasette inutili che fanno tutto tranne esserti d’aiuto.

Devi lavorare per OTTENERE risultati degni di nota il più velocemente possibile, altrimenti avranno sempre ragione loro.

conciliare studio lavoro vita privata

Te lo ripeto:

Devi formarti, investire su te stesso il più possibile e lavorare per OTTENERE risultati degni di nota il più velocemente possibile, altrimenti avranno sempre ragione loro

Devi attrezzarti e combattere le tue battaglie con le armi e i sistemi giusti.

Solo così puoi vincere la guerra e dire a tutti:

“Ora state zitti perché ho vinto io”.

Perché fino a quando i risultati ti parleranno contro, fino a quando rinuncerai a tutto per realizzare il tuo sogno e NON avrai risultati degni dei tuoi sforzi e dei tuoi continui e ingenti sacrifici, avranno ragione loro e chi dovrà accettare la situazione, stando zitto, sei tu.

È una cosa che capita in ogni ambito e che è capitata anche a me sia mentre studiavo e lavoravo, che dopo.

Quando ho inziato a creare tutto, scrivendo articoli ogni giorno come un forsennato, la gente che mi vedeva chiuso giornalmente al buio della mia cameretta alle 6.00 del mattino, non capiva.

Per tutti ero il ragazzino con il blog che girava i video dalla sua cameretta.

Era il nerd psicopatico che si chiudeva in stanza e non aveva una vita.

E questo va avanti fino a quando non sbatti in faccia a tutti i tuoi risultati e gli fai crollare la mascella per terra.

Ci sarà sempre qualcuno che, non capendo le tue scelte e non condividendole (specie se vanno contro-corrente) inizierà a screditarti.

E lo farà pesantemente, chiamando gli altri e ridendo di te.

A me succedeva la stessa cosa anche quando studiavo e lavoravo perché non avevo i risultati che giustificavano il mio sforzo.

Questo mi creava problemi di relazioni e una frustrazione interna.

Ed è esattamente lo stesso problema che hai quando tutti ti dicono “ma chi te lo fa fare”.

Come ottenere risultati tangibili (in poco tempo) e mettere finalmente tutti a tacere…per sempre!

Ottieni i risultati e poi mostrali.

Loro staranno zitti, anzi ti ascolteranno e ti verranno a chiedere come fai a conciliare tutte queste cose insieme ottenendo splendidi risultati.

Io sono passato dal ragazzino sfigato e indietro con zero esami superati, che ha preso sottogamba l’Università con 4 spicci, a diventare un esempio per l’intero corso di studi.

Chi prima mi guardava con disprezzo e superiorità, poi venne da me a chiedermi consigli su come gestire il tempo, come preparare due o più esami contemporaneamente (prendendo voti alti), come essere sicuri davanti al professore e ridurre l’ansia al minimo.

conciliare studio lavoro vita privata

Sono passato dal ragazzino stupido, sfigato e nerd (anche se non lo sono mai stato, te lo assicuro) che si svegliava alle 6 ogni giorno per stare davanti al computer, a giovane Imprenditore, Autore e formatore capace di impattare positivamente sulla vita di migliaia di persone.

Gli stessi professori universitari – quelli che prima mi andavano contro se gli dicevo che studiavo e lavoravo contemporaneamente – oggi mi chiamano per invitarmi a salire sul palco delle loro aule per raccontare a tutti come ho fatto a realizzare tutto ciò in così poco tempo e come faccio a conciliare tutto alla perfezione, ottenendo risultati straordinari e senza impazzire.

foto con logo laurearsi lavorando

La gente ci chiede come facciamo ad avere due progetti imprenditoriali, sei collaboratori, avere collaborazioni con altre aziende in ruoli importanti come manager o responsabili di comunicazione e nonostante tutto riuscire a conciliare tutto e avere una vita privata, delle fidanzate, e studiare continuamente, formarci, lavorare.

Senza sosta e malessere.

Per darti un’idea, il video-corso Laurearsi Lavorando comprende +96 video-lezioni di alta qualità, per un totale di +10 ore di pura formazione dedicata agli studenti lavoratori.

Su Youtube stiamo mettendo un video al giorno (solo Marco Montemagno c’era riuscito fino ad ora in Italia per tutto questo tempo).

E ci riusciamo perché abbiamo un sistema collaudato che ci permette di fare più cose contemporaneamente senza rinunciare a nessuna delle due, o tre, o quattro, e senza avere risultati scarsi in un ambito in favore dell’atro.

Lo stesso sistema che utilizzavamo quando studiavamo e lavoravamo contemporaneamente e che ci ha permesso di laurearsi velcemente con 105 e 110 e lode in Economia e Giurisprudenza.

L’azione più importante che puoi fare ADESSO!

Questo stesso Sistema puoi averlo anche tu e si chiama “Laurearsi Lavorando”.

Trovi tutte le informazioni sul link che trovi qui sotto:

==> Scopri di più sul Sistema Laurearsi Lavorando

E mi raccomando, la gente non capisce e non capirà mai.

Quindi lasciala parlare.

Ad un futuro degno degli enormi sacrifici che stai facendo!

Nicola Guarino

acquistare corso laurearsi lavorando

Leave a Reply

prova-corso

Vuoi scoprire i 3 Segreti per LAUREARTI VELOCEMENTE e con VOTI ALTI anche se Studi e Lavori?

INSERISCI IL TUO NOME E LA TUA MIGLIORE EMAIL

E ACCEDI SUBITO AI 3 VIDEO GRATIS!

Complimenti! Ti abbiamo inviato una email con il link al Video n.1 (controlla in SPAM)